Home / Rimedi Naturali / Aloe Vera: proprietà, benefici, utilizzo e controindicazioni
aloe vera proprietà benefici utilizzo e controindicazioni
Aloe Vera - proprietà, benefici, usi e controindicazioni. Scopri le proprietà dell'aloe vera gel, i benefici per la salute, tutti gli usi, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Aloe Vera: proprietà, benefici, utilizzo e controindicazioni

Il mondo dei prodotti naturali e delle sostanze trovabili in natura e utilizzabili senza alcun tipo di trattamento specifico comprende un’infinità di elementi, di oli e di piante dalle proprietà molto spesso terapeutiche e utili per l’organismo umano e per la cura estetica della pelle. Sebbene le tipologie di queste sostanze siano veramente numerose, alcune di queste sono fra le più conosciute grazie al loro utilizzo ormai antico e rivalutato con l’avvento di nuovi prodotti quali gel, miscugli e bevande fra cui troviamo anche l’Aloe Vera.

L’aloe vera è probabilmente una delle sostanze naturali più conosciute alle persone, grazie alle sue capacità e caratteristiche che permettono di poterla utilizzare in differenti situazioni e prodotti sia per la cura del corpo che per lenire alcune patologie.

Aloe vera: caratteristiche generali e cenni storici

L’aloe è originariamente una pianta grassa dell’Africa centrale e predilige climi secchi e molto caldi, nonostante sia ormai coltivabile sia nel Mediterraneo sia nei Paesi Orientali fino agli Stati Uniti. Essa fa parte della famiglia delle Aloeaceae ed è una pianta carnosa caratterizzata da foglie a ciuffo lunghe dai 40 ai 60 centimetri con spine lungo i contorni e dei fiori di colorazione giallo o rosso molto suggestivi.

Di questa particolare pianta si parla fino dall’antichità e i suoi disparati utilizzi sono arrivati fino a noi grazie ad alcune testimonianze storiche. Gli antichi Egizi utilizzavano l’aloe come pianta fondamentale per accompagnare il faraone defunto nel regno dei morti ed era utilizzato da Cleopatra assieme ai bagni di latte per preservare la sua leggendaria bellezza. In Grecia e nell’antica Roma era invece utilizzata come lenitivo per alcune patologie e per le sue proprietà cicatrizzanti, tant’è che viene citata nel trattato “Historia Naturalis” di Plinio il Vecchio come una pianta dalle proprietà utili per i disturbi allo stomaco, per il mal di testa e per problemi di stitichezza.

La lunga tradizione di cui può vantare l’aloe vera è frutto delle sue multiple proprietà benefiche di cui vedremo nel dettaglio le caratteristiche nei prossimi paragrafi.

Aloe vera: composizione chimica e organica

Un’analisi chimica e organica approfondita applicata sulla pianta dell’aloe vera ha evidenziato la presenza di numerosi elementi e sostanze naturali. In particolare troviamo in grande quantità i mucopolisaccaridi, ossia degli zuccheri costituiti da elicina che donano alla pianta la sua proprietà gastroprotettrice e l’attività di stimolazione del sistema immunitario dell’organismo. Un ulteriore gruppo di componenti rintracciabili nell’aloe sono gli oligoelementi come minerali e vitamine fra cui troviamo il manganese e il selenio che donano delle forti proprietà antiossidanti all’aloe.

In ultimo gli steroide contribuiscono alle proprietà di antinfiammatorio dell’aloe mentre gli antrachinoni sono i responsabili dell’azione lassativa e deperativa della pianta.

Aloe vera: proprietà benefiche

Le varie sostanze naturali che compongono l’aloe vera la rendono una delle piante dagli utilizzi più differenti fra di loro e una fra le più benefiche per il corpo umano, sia in campo medico che in campo estetico.

Le proprietà che sono riconosciute all’aloe vera sono davvero numerose e comprendono l’attività rigenerante, quella proteolitica e cicatrizzante per le ferite, l’attività antinfiammatoria e antipiretica, quella analgesica e fungicida, l’attività emostatica e disintossicante. Nel dettaglio le proprietà da antiossidante sono date dalla presenza di minerali, quali manganese, rame e selenio, che costituiscono il succo di Aloe oltre che dalla presenza di vitamine di tipo C, E e B2.

Le proprietà cicatrizzanti per le ferite sono invece dovute alla stimolazione della formazione di fibroblasti che l’aloe è in grado di fornire, grazie sicuramente alla presenza di polisaccaridi e ormoni vegetali. Altresì la funzione depurativa e lassativa in grado di detossificare il tratto gastrointestinale è dovuta alla presenza di polisaccaridi e dell’aloina, contenuta nel lattice ricavato dalla scorza delle foglie dell’aloe.

Utilizzi dell’aloe come cura medica ed estetica

Come già accennato in precedenza, l’aloe vera può essere utilizzata sia sotto forma di gel acquistabile ormai in tutti i negozi e supermercati anche non specializzati in questa tipologia di trattamenti, sia sotto forma di succo per uso interno.

Nel caso in cui aveste a disposizione il gel di aloe vera potreste utilizzarlo molto per la cura estetica del vostro corpo come ad esempio per la preparazione di uno scrub per l’intero corpo aggiungendo al gel olio di oliva, sale e zucchero oppure come maschera per il viso soprattutto in caso di pelle arrossata. Basterà utilizzare un po’ di gel sul viso stendendolo delicatamente per poi tamponarlo con un batuffolo di cotone.

Durante il periodo estivo il gel potrebbe ritornarvi utile nel caso in cui aveste preso troppo sole, applicandolo direttamente sulle scottature per beneficiare del suo potere rinfrescante e lenitivo.

Se invece soffrite di forfora, potete massaggiare il cuoio capelluto con il gel d’aloe e lasciarlo agire per una decina di minuti prima di procedere con il risciacquo e l’applicazione del normale shampoo.

Se soffrite di mani screpolate, soprattutto per il freddo, applicare il gel d’aloe sulle parti interessante per poi coprirle con guanti di cotone potrebbe rappresentare la soluzione finale per questo fastidioso problema.

L’aloe vera è consigliata applicarla anche sulle punture di insetti, quali sopratutto le zanzare, per lenire il rossore e il prurito provocato dalla reazioni organica del nostro corpo e potrebbe rappresentare anche un ottimo dopobarba in seguito a rasature o depilazioni per curare eventuali microferite.

In caso di piedi stanchi si può applicare una piccola quantità di gel alla sera, unitamente a delle gocce di olio essenziale alla lavanda, così come in caso di mal di testa è consigliabile utilizzarne un poco aggiungendo dell’olio essenziale di menta per massaggiare con movimenti circolari la nuca e le tempie. Se invece volete provare a creare in casa un prodotto naturale per la cura dei denti, potete unire il gel d’aloe ad alcune foglie di menta e di origano essiccate e polverizzate e in seguito utilizzarlo come dentifricio assolutamente naturale e privo di elementi chimici.

Oltre ad utilizzare l’aloe nella sua tipica forma di gel, è possibile assumerla per uso interno attraverso il succo d’aloe acquistabile nelle erboristerie e in alcuni supermercati più comuni.

Bere un bicchierino di succo d’aloe al mattino e alla sera potrebbe significare per il proprio organismo andare a migliorare numerosi aspetti con un’unica sostanza. In particolare i benefici di cui si potrebbe godere con il succo d’aloe sono un miglior assorbimento delle proteine e il riequilibrio della flora batterica intestinale con la conseguente riduzione dei problemi digestivi e dei bruciori allo stomaco e una protezione attiva per il cuore perché contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo LDL all’interno del sangue. Riduce i sintomi di gravi infiammazioni interne e può aiutare a mantenere in buona salute la bocca e le gengive grazie alla sua azione antibatterica e antimicrobica. Inoltre il succo d’aloe è indicato per regolare il livello degli zuccheri contenuti nel sangue, ed è utile dunque per ridurre il rischio di diabete.

Aloe vera: controindicazioni ed effetti collaterali

Sebbene l’utilizzo e l’applicazione di questi prodotti e piante naturali per la cura medica ed estetica del proprio corpo presentino delle controindicazioni e degli effetti collaterali sicuramente minori rispetto ai comuni farmaci, è fondamentale conoscere quali potrebbero essere le possibili interazioni fra l’aloe vera e il proprio organismo.

In generale l’utilizzo dell’aloe vera è sconsigliato, sotto forma di succo, durante una gravidanza e l’allattamento e se si stanno assumendo dei farmaci gastrolesivi o chemioterapici.

Se abbinato ad alcuni farmaci particolari potrebbe inoltre aumentarne la tossicità e ridurne l’assorbimento, mentre l’utilizzo del gel d’aloe non ha fatto riscontrare effetti collaterali degni di nota sulla pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *